Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Visto d’ingresso studio “immatricolazione università” anno accademico 2020-2021

Data:

28/07/2020


Visto d’ingresso studio “immatricolazione università” anno accademico 2020-2021

Gli studenti residenti nella circoscrizione consolare di Valona che abbiano presentato con successo la richiesta di pre-iscrizione universitaria attraverso la piattaforma UNIVERSITALY (e gli studenti che si sono pre-iscritti “fuori portale” a corsi AFAM/SSML/ITS), in possesso della e-mail di invito da parte dell’Ateneo a presentarsi per la richiesta di visto, possono richiedere un visto di tipo “D” per STUDIO “immatricolazione università” previo appuntamento con l’Ufficio Visti, tramite Prenota Online disponibile sul sito www.consvalona.esteri.it.

Il visto di studio avrà una validità di 365 giorni nel caso non siano previste prove di ammissione e/o idoneità linguistica o con validità 31.1.2021 al fine di consentire la partecipazione ai test di ammissione, compresa la prova di lingua italiana.

La possibilità del rilascio di visto di studio sarà consentita sino al 30 novembre 2020.

Entro 8 giorni lavorativi dall’ingresso in Italia, gli studenti in possesso del visto dovranno provvedere alla richiesta di permesso di soggiorno per motivi di studio alla Questura competente.

Attenzione: Le suddette procedure sono subordinate alle attuali e future disposizioni emergenziali del Governo italiano e dell’Unione europea in materia di prevenzione e contenimento dell’epidemia del visrus Covid-19.

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

1) Formulario di richiesta del visto;

2) Passaporto in corso di validità con scadenza superiore di almeno tre mesi a quella della scadenza del visto;

3) Copia della pagina del passaporto con i dati anagrafici;

4) 2 foto tessera recenti (di cui una verrà autenticata da questo Consolato);

5) Certificato originale di nascita formato multilingue con Apostille;

6) E-mail di notifica da parte dell’Ateneo di presentarsi presso l’Ufficio Visti di questo Consolato;

7) Riepilogo domanda di pre-iscrizione generata dalla piattaforma, una volta validata da parte dell’Ateneo di riferimento;

8) Dichiarazione di valore, solo se richiesta dall’Ateneo (che può essere richiesta a questo Consolato o all’associazione CIMEA in Italia);

9) Dichiarazione sui dati personali, debitamente compilata e sottoscritta dallo studente;

10) Mezzi economici di sussistenza: conto corrente personale con ORDINE IRREVOCABILE DI BONIFICO APERTO PRESSO UNA ISTITUZIONE BANCARIA ITALIANA PRESENTE IN ALBANIA che comprovi il possesso del requisito minimo delle risorse finanziarie stabilite dalla normativa MIUR di € 5.977,79 l’anno, direttamente riferibili allo studente.

Per la dimostrazione di tale requisito non è idonea l’esibizione di denaro contante né di garanzie economiche fornite da persone estranee al nucleo familiare, né tramite fidejussione bancaria o polizza fideiussoria.

E’ richiesta inoltre la presentazione di documentazione apostillata e tradotta in italiano, attestante la situazione economica complessiva della famiglia (attestati di lavoro dei componenti del nucleo familiare, proprietà, redditi ecc.).

In caso di fruizione di borsa di studio che copra solo parzialmente il requisito minimo delle risorse finanziarie stabilite dalla normativa MIUR, lo studente dovrà dimostrare il possesso di garanzie economiche adeguate per coprire la differenza dell’importo;

11) Documentazione attestante idoneo alloggio in Italia:

  • se presso privati: dichiarazione di ospitalità con allegata fotocopia di un documento di identità firmato dall’invitante (se cittadino straniero: permesso di soggiorno in corso di validità per il tempo dell’ospitalità e carta d’identità; se cittadino italiano: passaporto o carta d’identità);
  • se presso enti, istituzioni, congregazioni religiose: dichiarazione di ospitalità dell’ente invitante, con copia di un documento d’identità firmato dell’invitante;
  • copia di contratto d’affitto già stipulato i cui oneri andranno sommati al requisito minino delle risorse finanziarie di cui al punto 14 della presente lista;
  • se presso alberghi, pensioni: attestazione dell’avvenuta prenotazione per almeno un mese di soggiorno.

Gli oneri di un idoneo alloggio andranno sommati al requisito minimo delle risorse finanziarie di cui al punto 11 della presente lista;

12) Disponibilità della somma occorrente per il rimpatrio (in aereo intorno ai € 200 da aggiungere al requisito minimo di € 5.978), comprovabile anche con l’esibizione del biglietto di ritorno.

13) Assicurazione sanitaria: polizza assicurativa stipulata presso compagnie assicurative sia albanesi che italiane per la durata di almeno 1 mese dalla data di partenza per l’Italia. Al momento della richiesta del permesso di soggiorno lo studente dovrà dimostrare il possesso di una adeguata copertura assicurativa per cure mediche e ricoveri ospedalieri che potrà stipulare all’arrivo in Italia;

14) Certificazione linguistica: l’esito della valutazione della conoscenza linguistica dovrà essere certificato nella domanda di pre-iscrizione e nella eventuale lettera di idoneità all’immatricolazione; l’autorità consolare potrà in ogni caso valutare l’effettiva conoscenza della lingua italiana attraverso un colloquio in occasione della richiesta di visto, sottoponendo eventualmente il candidato anche ad un breve test scritto. Per corsi universitari in lingua straniera, prova di idonea certificazione;

15) Adeguata tutela per lo studente minore di età:

16) Per l’accesso ai corsi è necessario aver compiuto 17 anni.
Gli studenti minorenni alla data della richiesta del visto dovranno presentarsi allo sportello accompagnati da entrambi i genitori e dovranno presentare:

  • certificato familiare completo di Apostille;
  • atto di assenso all’espatrio ai sensi della normativa albanese sottoscritto dai genitori in presenza di un Notaio, completo di Apostille e traduzione italiana;
  • documentata garanzia circa l’effettiva e costante custodia e protezione del minore durante il soggiorno, dimostrabile ad esempio nelle seguenti forme:
  1. sistemazione alloggiativa in Convitto e dichiarazione sull’assunzione delle responsabilità nei confronti del minorenne da parte del Rettore del Collegio con una copia del documento di identità di quest’ultimo;
  2. provvedimento del competente Tribunale dei Minori italiano per l’affidamento del minore a persona di fiducia dei genitori, regolarmente residente in Italia, che si assume la responsabilità fino al compimento del 18° anno di età del minore;

La domanda di visto per studio “immatricolazione università” è soggetta al pagamento di € 50 per i diritti consolari, importo non rimborsabile.

Resta salva la competenza dell’Autorità consolare di non rilasciare il visto per valutato rischio migratorio.

Il rilascio del visto non comporta il riconoscimento accademico dei titoli e l’idoneità all’immatricolazione che resta di competenza esclusiva delle Università.

Eventuali ulteriori aggiornamenti saranno pubblicati sul sito di questo Consolato.


479