Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Giorno della Memoria - Proiezione documentario “Diario dell’Olocausto. La Shoah degli adolescenti” di Massimo Vincenzi

Data:

24/01/2023


Giorno della Memoria - Proiezione documentario “Diario dell’Olocausto. La Shoah degli adolescenti” di Massimo Vincenzi

Giorno della Memoria - 27 gennaio 2023

In occasione del Giorno della Memoria il Consolato generale d’Italia a Valona presenta la proiezione del documentario

“Diario dell’Olocausto. La Shoah degli adolescenti”

del regista Massimo Vincenzi

27 gennaio 2023 ore 11:30

@Consolato Generale d'Italia in Valona

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale, celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell'Olocausto. È stato così designato dalla risoluzione 60/7 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005. La data ricorda il giorno del 1945 in cui le truppe dell'Armata Rossa, avanzando in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

Il documentario “Diario dell’Olocausto. La Shoah degli adolescenti” racconta le vicende della persecuzione razziale attuata dai nazisti attraverso le parole di dodici adolescenti, di età compresa fra i 13 e i 18 anni, che hanno lasciato attraverso i loro diari una testimonianza fondamentale per la comprensione dell’Olocausto. Questi diari, agende rilegate in tessuto, quaderni di scuola, rubriche per gli indirizzi o semplici ritagli di carta consumati, rappresentano per loro un amico a cui confidare le più segrete emozioni, una maniera per registrare gli eventi a cui assistono, una forma di resistenza alla situazione opprimente che li circonda. Nonostante il pericolo che questo comporta, questi adolescenti documentano le atrocità naziste nelle pagine dei loro diari. A casa, nei ghetti, in clandestinità, nei campi profughi o nei campi di transito, nelle più estreme condizioni di vita, stremati dalla fame o piegati dalla disperazione, questi giovani confidano ai propri diari le proprie paure e le proprie speranze per un futuro diverso. Esprimono i propri sentimenti, denunciano la tragica realtà che li avvolge, vogliono vivere.
Solo alcuni di loro riusciranno a sopravvivere. Per tutti gli altri il destino sarà tragico.


585