Ky sit përdor cookie për të të ofruar një eksperiencë më të mirë. Duke vazhduar lundrimin pranon përdorimin e cookie nga ana jonë OK

SISTEMA PUBBLICO DI IDENTITA' DIGITALE (SPID) - CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO.

Data:

22/10/2020


SISTEMA PUBBLICO DI IDENTITA' DIGITALE (SPID) - CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO.

AVVISO PER I CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO

 

Il Sistema SPID, - SISTEMA PUBBLICO DI IDENTITA' DIGITALE - diventerà il principale strumento di identificazione online per il cittadino.

 postera1 page 0001

               

 

03/03/2021

AVVISO PER I CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO

Il Sistema SPID, - SISTEMA PUBBLICO DI IDENTITA' DIGITALE - diventerà il principale strumento di identificazione online per il cittadino

A seguito della conversione in legge del DL 183/2020, cd. “Decreto Milleproroghe” , il termine del 28 febbraio 2021 è stato esteso sino al 31.12.2022, data entro la quale le Pubbliche Amministrazioni dovranno utilizzare esclusivamente le identità digitali e la carta di identità elettronica ai fini dell'identificazione dei cittadini che accedono ai propri servizi in rete.
Gli utenti già in possesso di credenziali per portali informatici potranno utilizzarle fino al 31.03.2023 per accedere ai servizi in rete della Pubblica Amministrazione.
SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, è la soluzione che permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un'unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.
L’utilizzo dello SPID è gratuito.
Anche richiedere SPID è gratuito, ma alcune forme di riconoscimento da parte degli operatori potrebbero essere a pagamento.
SPID è semplice: prenotazioni sanitarie, iscrizioni scolastiche, accesso alla rete wi-fi pubblica, pratiche d'impresa, etc. con un’unica password
SPID è sicuro: Il sistema SPID assicura la piena protezione dei tuoi dati personali, non è consentito alcun tipo di profilazione; la tua privacy è garantita
SPID è veloce: è possibile accedere velocemente ai servizi online della pubblica amministrazione e dei soggetti privati aderenti ovunque ti trovi e da qualsiasi dispositivo
Le credenziali SPID possono essere richieste agli Identity Provider abilitati dai cittadini italiani maggiorenni purché dotati di un documento di identità e di un codice fiscale italiani in corso di validità (incluso il certificato prodotto dall'Agenzia delle Entrate contenente il codice fiscale, vidimato dall'ufficio consolare), nonché di un indirizzo di posta elettronica ed un numero di cellulare. Il rilascio delle credenziali è gratuito, salvo che per alcune modalità di riconoscimento, che possono essere a pagamento. L'ottenimento delle credenziali SPID è infatti subordinato ad un processo di riconoscimento del richiedente da parte dell'Identity Provider, che può avvenire di persona presso gli sportelli abilitati sul territorio italiano, online tramite registrazione con carta CNS, Carta di Identità Elettronica o Passaporto biometrico, o tramite videochiamata.
Si attira l'attenzione sul fatto che alcuni Identity Provider prevedono forme di riconoscimento orientate a facilitare il rilascio delle credenziali SPID agli italiani residenti all'estero: nello specifico, "Sielte" prevede il riconoscimento del richiedente de visu via webcam gratuitamente, e "Poste Italiane" prevede il rilascio delle credenziali SPID senza riconoscimento de visu, qualora il richiedente scarichi la relativa applicazione e avvicini allo smartphone (purché dotato della necessaria tecnologia) il proprio passaporto biometrico.
Per maggiori informazioni: www.spid.gov.it

 

26/01/2021


AVVISO PER I CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO
Il Sistema SPID, - SISTEMA PUBBLICO DI IDENTITA' DIGITALE - diventerà il principale strumento di identificazione online per il cittadino

Il recente "Decreto Legge “Milleproroghe” del 31.12.2020, n.183 ha prorogato al 30.9.2021 la data del 28 febbraio 2021, data entro la quale le Pubbliche Amministrazioni dovranno utilizzare esclusivamente le identità digitali e la carta di identità elettronica ai fini dell'identificazione dei cittadini che accedono ai propri servizi in rete.
Gli utenti già in possesso di credenziali per l’accesso ai portali informatici potranno utilizzarle fino al 31.12.2021
SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, è la soluzione che permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un'unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.
L’utilizzo dello SPID è gratuito.
Anche richiedere SPID è gratuito, ma alcune forme di riconoscimento da parte degli operatori potrebbero essere a pagamento.
SPID è semplice: prenotazioni sanitarie, iscrizioni scolastiche, accesso alla rete wi-fi pubblica, pratiche d'impresa, etc. con un’unica password
SPID è sicuro: Il sistema SPID assicura la piena protezione dei tuoi dati personali, non è consentito alcun tipo di profilazione; la tua privacy è garantita
SPID è veloce: è possibile accedere velocemente ai servizi online della pubblica amministrazione e dei soggetti privati aderenti ovunque ti trovi e da qualsiasi dispositivo
Le credenziali SPID possono essere richieste agli Identity Provider abilitati dai cittadini italiani maggiorenni purché dotati di un documento di identità e di un codice fiscale italiani in corso di validità (incluso il certificato prodotto dall'Agenzia delle Entrate contenente il codice fiscale, vidimato dall'ufficio consolare), nonché di un indirizzo di posta elettronica ed un numero di cellulare. Il rilascio delle credenziali è gratuito, salvo che per alcune modalità di riconoscimento, che possono essere a pagamento. L'ottenimento delle credenziali SPID è infatti subordinato ad un processo di riconoscimento del richiedente da parte dell'Identity Provider, che può avvenire di persona presso gli sportelli abilitati sul territorio italiano, online tramite registrazione con carta CNS, Carta di Identità Elettronica o Passaporto biometrico, o tramite videochiamata.
Si attira l'attenzione sul fatto che alcuni Identity Provider prevedono forme di riconoscimento orientate a facilitare il rilascio delle credenziali SPID agli italiani residenti all'estero: nello specifico, "Sielte" prevede il riconoscimento del richiedente de visu via webcam gratuitamente, e "Poste Italiane" prevede il rilascio delle credenziali SPID senza riconoscimento de visu, qualora il richiedente scarichi la relativa applicazione e avvicini allo smartphone (purché dotato della necessaria tecnologia) il proprio passaporto biometrico.

 

22/10/2020

Il recente "Decreto Semplificazioni" (Decreto Legge 16 luglio 2020, n. 76) ha modificato il Codice dell'Amministrazione Digitale indicando nel prossimo 28 febbraio 2021 la data entro la quale le Pubbliche Amministrazioni dovranno utilizzare esclusivamente le identità digitali e la carta di identità elettronica ai fini dell'identificazione dei cittadini che accedono ai propri servizi in rete. Da tale data le PA non potranno rilasciare altre credenziali e quelle in vigore non potranno essere utilizzate dagli utenti oltre il 30 settembre 2021. Il MAECI ha da tempo aderito alla piattaforma SPID, prevedendo l'accesso con le relative credenziali al portale "Fast it" dei servizi consolari.

Le credenziali SPID possono essere richieste agli Ident

 

ity Provider abilitati dai cittadini italiani maggiorenni purché dotati di un documento di identità e di un codice fiscale italiani in corso di validità (incluso il certificato prodotto dall'Agenzia delle Entrate contenente il codice fiscale, vidimato dall'ufficio consolare), nonché di un indirizzo di posta elettronica ed un numero di cellulare. Il rilascio delle credenziali è gratuito, salvo che per alcune modalità di riconoscimento, che possono essere a pagamento. L'ottenimento delle credenziali SPID è infatti subordinato ad un processo di riconoscimento del richiedente da parte dell'Identity Provider, che può avvenire di persona presso gli sportelli abilitati sul territorio italiano, online tramite registrazione con carta CNS, Carta di Identità Elettronica o Passaporto biometrico, o tramite videochiamata.

Si attira l'attenzione sul fatto che alcuni Identity Provider prevedono forme di riconoscimento orientate a facilitare il rilascio delle credenziali SPID agli italiani residenti all'estero: nello specifico, "Sielte" prevede il riconoscimento del richiedente de visu via webcam gratuitamente, e "Poste Italiane" prevede il rilascio delle credenziali SPID senza riconoscimento de visu, qualora il richiedente
scarichi la relativa applicazione e avvicini allo smartphone (purché dotato della necessaria tecnologia) il proprio
passaporto biometrico.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito istituzionale www.spid.gov.it

 


497